ESSERE LA PROPRIA VOCE

La voce annuncia il nostro ingresso al mondo e tono, volume e timbro ne rappresentano le caratteristiche distintive.

La natura della voce è essenzialmente corporea, in stretta relazione con il suono e il respiro ed emanata dagli organi responsabili della vita.

Emettere la propria voce significa quindi affermare sé stessi, la nostra specifica “ciascunità”, sentirci in diritto di dare voce ai nostri vissuti, alle nostre sensazioni, emozioni e pensieri, senza paura del giudizio.

Quanto più abbiamo fatto esperienza di una accettazione positiva incondizionata, tanto più saremo in grado di suonare l’armonia presente nella nostra anima, manifestando il nostro desiderio di dire e di dirsi.

Spesso abbiamo tuttavia a che fare con le stonature della nostra voce, che racchiudono le nostre specifiche sofferenze comunicative, ostacolo alla nostra libera espressione creativa ed ostacolo all’incontro significativo con l’altro.

Il percorso del laboratorio prevede esercizi bioenergetici e meditazioni di gruppo sul suono,  volti, in primis a liberare i blocchi muscolari ed emozionali che ostacolano il libero flusso e successivamente a promuovere il potenziamento della nostra vera voce.

Così la voce diventa possibilità di incontrare il nostro Io più profondo, la nostra essenza, al di là delle maschere imposte dal vivere sociale.